2017: new freedom

Questo è il primo lunedì del 2017 per me e la mia Daffodil Bijoux.

Ho finalmente scelto anche io, come suggerito da Gioia Gottini (@gioiacoach), una parola che sarà il mio mantra per il 2017.

NEW FREEDOM sarà la frase che accompagnerà questo nuovo anno, che sarà ricco di tanti nuovi progetti che voglio realizzare da molto tempo.

La libertà è ciò che desidero di più in questo momento, libertà di fare e creare, ma anche e soprattutto di crescere, di rendere tutto più concreto e definitivo.
Libertà di sognare in grande e crederci fino in fondo, senza rimpianti.
Il lavoro che amo è libertà, ma anche novità in continua evoluzione e quindi anche le due parole, prese singolarmente, sono molto significative per me in questo momento.

New freedom parola dell'anno 2017 per Daffodil Bijoux

Andrò avanti passo dopo passo verso la mia nuova libertà , facendo tante scelte, cercando di non commettere troppi sbagli, affidandomi a voi per ascoltarvi e creare ciò che il vostro cuore vorrebbe stringere fra le mani. 

Il piccolo Daffodil Cottage è pronto ad accogliervi, davanti ad una bella tazza di tè fumante e circondate dal profumo dei fiori del nostro giardino segreto, per rendere speciale ogni vostro più piccolo momento…

Io ci sarò….e voi venite con me?

Angela

Annunci

La lunga strada verso l’indipendenza

la ricerca della libertà

Il mio percorso verso l’obiettivo procede: oltre a partecipare a una serie di Camp sull’autoimprenditorialità organizzati dal Progetto Mani della Confartigianato di Udine, che seguo dalla scorsa estate e con cui sto imparando varie cose fra cui compilare un business plan, ora la mia idea sta prendendo forma.

Accantonata l’ipotesi iniziale del negozio/laboratorio (che vista l’attuale tassazione e altri casi che conosco finiti male, direi che per il momento è fuori portata), ho deciso di sviluppare qualcosa di più piccolo da cui partire, per avere una sede fisica più grande per Daffodil Bijoux. L’idea ora è risistemare una stanza nella casa che stiamo ristrutturando ed adibirla a laboratorio, magazzino e showroom. L’attività, che conto di aprire con regolare partita iva entro un anno dalla stesura definitiva del business plan, si svolgerà per la maggior parte online per quanto riguarda vendita e sponsorizzazione, ma saranno previste delle visite su appuntamento allo showroom per visionare i bijoux e acquistarli. In questo modo avrò il vantaggio iniziale di costi bassi di utenze (gas, telefono ecc.) e nessun affitto da pagare, per dare il tempo all’azienda di partire.

Contemporaneamente voglio aumentare la visibilità e far conoscere quello che faccio: contattare giornali del settore, blog e chiunque sia interessato a raccontare la mia scelta di vita, mentre parteciperò ad alcune (selezionatissime) fiere.Vorrei anche trovare dei negozi in cui esporre alcuni pezzi in conto vendita.

Questi sono i miei nuovi obiettivi del 2014, che spero porteranno anche un aumento delle vendite. Più il tempo passa e più capisco che voglio essere indipendente ed artigiana, anche se non sarà facile, ma è la strada che vorrei per me. Amo quello che faccio, amo creare piccoli gioielli con una storia alle spalle, amo dare nuova vita a vecchi bijoux.

Non vedo l’ora di riuscire ad avere uno spazio maggiore in cui lavorare, a mia misura, che mi assomigli e che mi ispiri. Al momento i miei spazi sono troppo stretti e c’è troppo caos (un caos ordinato ovviamente!) che rende difficile pensare.Sto anche cercando di ri-organizzare il sito, ma di questo vi parlerò prossimamente.

Questi sono in sintesi i miei progetti, sono contenta di averli condivisi con voi. Spero che tutti i vostri desideri si realizzino col tempo.

Angela