Creare un piccolo fotoquaderno per le proprie creazioni con #SAALDIGITALITALY

Fotoquaderno Saal-Digital Italy Daffodil Bijoux

Da tanto tempo stavo cercando un modo elegante ma anche pratico per presentare i miei lavori in una raccolta di immagini tangibili, non soltanto virtuali. Dopo varie ricerche online mi sono imbattuta nel sito di Saal-Digital, ed ho deciso di provare a realizzare un fotoquaderno, testando in questo modo il loro servizio anche per te.

Per prima cosa ho selezionato con cura le foto che volevo inserire nel fotoquaderno, salvandole tutte in un’unica cartella. In questo modo trovo sia molto più semplice averle tutte sott’occhio al momento della creazione del prodotto e ritrovare i files che mi interessano facilmente.

Fotoquaderno Saal-Digital Italy Daffodil Bijoux

In seguito sono andata sul sito www.saal-digital.it ed ho scaricato il Software Saal Design, in modo da poter lavorare con calma al fotoquaderno. Se preferisci non scaricare il software, per questioni di spazio sul pc, puoi procedere all’elaborazione del tuo prodotto anche direttamente online.

Una volta installato il programma puoi procedere a realizzare il fotoquaderno.
Se preferisci puoi creare anche foto, fotoquadri, fotolibri, biglietti, poster/fine art, calendari, prodotti per il business, articoli da regalo o set campione.
Nel caso del fotoquaderno però, per prima cosa scegli il formato: per me il più bello era quello quadrato, quindi ho scelto il 20×20, con 28 pagine totali.

Fotoquaderno Saal-Digital Italy Daffodil Bijoux

Devi poi scegliere la finitura della pagine interne e della copertina, nel mio caso opache. Il fotoquaderno è rilegato da una spirale metallica, e ti arriverà completo di copertina protettiva trasparente anteriore e posteriore, così l’umidità e la polvere non saranno un problema! Non avevo mai visto questa soluzione prima e devo ammettere che è molto comoda, senza compromettere l’estetica.

Fotoquaderno Saal-Digital Italy Daffodil Bijoux

questo punto inizia il divertimento!

Scegli il layout delle varie pagine tramite i modelli predefiniti, oppure scegli di creare tutto in completa libertà, senza schemi fissi. Puoi aggiungere del testo e delle didascalie alle foto, delle clip art o dei colori di sfondo anche con fantasie, ma io ho preferito inserire solo il link alla fine del fotoquaderno perché volevo un mini-catalogo da poter usare in ogni occasione, dal carattere elegante e con le foto più grandi possibili.

Una volta impaginato il tutto ti basta procedere al checkout tramite il software e pagare con il metodo che preferisci.

Fotoquaderno Saal-Digital Italy Daffodil Bijoux

Se hai sbagliato qualcosa non preoccuparti: alla fine del processo ti sarà mostrata l’anteprima e potrai rimediare facilmente a piccoli errori o migliorare l’impaginazione. Ti consiglio di seguire le linee rosse già durante la fase di creazione, per calibrare al meglio ogni singola pagina ed avere da subito un’idea precisa del prodotto finale.

La consegna è stata rapidissima: in poco meno di una settimana il mio fotoquaderno è arrivato in un imballaggio perfetto, dall’apertura intelligente e semplificata.
Il prodotto è stampato in alta qualità su materiale robusto, con immagini nitide e senza alcun difetto, pronto per essere mostrato con orgoglio e per dare risalto ed eleganza alle mie creazioni!

Puoi sfogliare con me il mio nuovo fotoquaderno su Youtube!

Fotoquaderno Saal-Digital Italy Daffodil Bijoux

Un particolare interessante ed originale: se desideri regalare un fotolibro puoi decidere di riceverlo anche già confezionato in un’elegante scatola regalo, e magari spedirlo già a chi vuoi tu, in modo da fargli una bella sorpresa!

Una nota positiva anche sul servizio clienti: rapido nelle risposte, preciso e molto cordiale. Davvero dei professionisti a cui affidarsi con serenità  #SaalDigitalItaly !

Per avere tante altre informazioni o per acquistare un fotolibro per le tue creazioni vai su www.saal-digital.it !

Annunci

La pietra del mese di agosto: il peridoto

 Pietra dei nati ad agosto: il peridoto

La pietra per i nati nel mese di agosto è: il peridoto.

La storia

Il nome di questa pietra deriva dal francese peritôt, che significa “non chiaro”, a causa delle numerose inclusioni e spaccature che si trovano all’interno di questi minerali.

Anche chiamato crisolite (antico termine tedesco per questa pietra), oppure olivina, a causa del suo tipico tono di verde, che va dal verde oliva al verde-marrone.

In passato era considerato una varietà di smeraldo e per questo aveva molto valore.

E’ la pietra nazionale dell’Egitto, dove gli antichi Egizi lo consideravamo la gemma del sole. Le stesse pietre che era solita indossare Cleopatra erano probabilmente peridoti di un verde molto intenso.

Le pietre di peridoto erano anche usate come talismani con incisi asini, per il miglioramento spirituale, oppure spirali, per controllare i venti e gli spiriti maligni.

Le più antiche miniere si trovavano nell’isola di St. John nel mar Rosso, riscoperta all’inizio del 1900 e molto difficile da raggiungere a causa delle fitte nebbie che la circondano molto spesso. La leggenda narra che le guardie sull’isola giustiziassero chiunque osasse avvicinarsi alle miniere. Si riteneva anche che i minatori, una volta individuata la presenza delle pietre all’interno della tomba del faraone a causa del loro scintillare nel buio, ne segnassero la posizione per poi tornare a raccoglierle alla luce del sole.

Il peridoto non è una pietra soltanto terrestre. E’ infatti l’unica pietra, fra quelle che attraversano la galassia, che arrivi a noi in dimensioni sufficienti per essere utilizzata in gioielleria. I peridoti ritrovati all’interno di questi meteorite prendono il nome di moldavite.

Nella comunità scientifica, si ritiene anche che i cristalli di peridoto abbiano avuto un ruolo importante nella creazione della luna, ed oggi ne ricoprono una buona parte del mantello.

Gli effetti

Per i nati ad agosto, caratterizzati da uno spirito generoso e da una mente aperta, un peridoto dal colore giallo-verde intenso è perfetto.

Conosciuto anche come la pietra della compassione, grazie alle sue capacità di bilanciare le emozioni e la mente, ispira eloquenza, creatività e il rinnovamento di tutte le cose.

Se sei alla ricerca di armonia e di aiuto per curare i sentimenti feriti, puoi regalare a te stesso una pietra di peridoto e vedere quali cose perdute ti aiuterà a ritrovare.

E’ spesso chiamato lo smeraldo della sera a causa del suo colore scintillante e tenue e viene associato con la spiritualità e l’espressione di sé.

Le varianti e gli abbinamenti

Il peridoto si trova nelle rocce ignee con poca silice, come i basalti. Alcuni vengono rinvenuti nelle aree vulcaniche, altri, come dicevamo prima, incastonati nei meteoriti.

Solitamente non sono pietre di qualità gemmologica, ma alcune vengono sfaccettate e montate in gioielleria.

La tonalità di verde e la sua intensità dipendono dalla proporzione di ferro presente nella pietra: più è profondo il verde, meno ferro è presente.

E’ consigliabile evitare di indossare troppo intensamente il peridoto, evitando di graffiarlo o scheggiarlo. Meglio quindi toglierlo se lo si indossa mentre si fa giardinaggio o lavori meccanici.

Il migliore modo di pulirlo è con acqua tiepida e sapone. Meglio evitare sbalzi di temperatura drastici, vapore e macchine ad ultrasuoni.

Il peridoto infatti è sensibile al calore, agli acidi, all’ammoniaca e all’acqua bollente.

Il verde di questa pietra si sposa benissimo con il quarzo rosa, l’agata blu, la fluorite di vari colori e il quarzo citrino per esaltarne l’aspetto fresco e primaverile.

 

Se conosci qualcuno nato ad agosto ora sai che si merita un peridoto!

 

Angela